OldWildWeb Logo
Accedi o Registrati

Come risparmiare energia elettrica

Come risparmiare sulla bolletta della corrente

risparmiare sulla bolletta elettrica
Sei stufo di vederti recapitare delle bollette molto costose? In questo articolo vedremo come risparmiare energia elettrica

Come risparmiare energia elettrica

Il risparmio energetico è un traguardo facilmente raggiungibile in famiglia adottando delle semplici abitudini cerchiamo di fare un po di chiarezza su questo tema.

Come si misura l'energia elettrica significato del kwh

L'unità di misura dell'energia elettrica ai fini del calcolo dei consumi nella bolletta è il kwh ovvero 1000 watt nell'unità di tempo misurata in ore.

Il watt è l'unità di misura della potenza istantanea, si ottiene moltiplicando la tensione per la corrente utilizzata, la tensione fornita nelle abitazioni è di 220 V mentre la corrente richiesta dipende dal tipo di elettrodomestico, la potenza istantanea tuttavia non può essere un riferimento preciso per calcolare la bolletta per questo va relazionata al tempo in ore.

Per essere più chiari possiamo fare questo esempio, se una lavatrice consuma in media 1000 watt in un ora e se nell'arco della giornata la lavatrice lavora per 3 ore il consumo è di 3 kwh di energia elettrica, supponendo che l'energia elettrica costi 20 centesimi al kwh nel nostro contratto possiamo facilmente calcolarci la spesa per il solo uso della lavatrice in questo caso di 60 centesimi.

Le fasce orarie risparmiare quando l'energia costa meno

Il costo dell'energia espresso in kwh a seconda dei contratti come ad esempio la tariffa bioraria potrebbe non è sempre uguale, ma dipende dalle fasce orarie ad esempio la sera, nei week end o nei giorni festivi vi è un surplus di energia elettrica prodotto dalle centrali che non possono modulare la produzione producendo quindi più energia elettrica di quanto richiesta, proprio per ridurre gli sprechi i contratti prevedono costi minori la sera, durante i weekend e le festività per incentivare l'uso di energia elettrica nei momenti di maggiore abbondanza.

Nei contratti standard ci sono 3 fasce orarie F1, F2 e F3.

La tariffa F1 è la meno conveniente, è applicata nelle ore di punta dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8:00 fino alle ore 19:00.

La tariffa F2 è più conveniente della F1 e si applica dalle ore 19:00 alle ore 23:00 e dalle ore 7:00 alle ore 8:00 dal Lunedì al Venerdì, nella giornata di sabato dalle ore 7:00 alle 23:00.

Infine la tariffa F3 è la più conveniente in assoluto è applicata dalle ore 23:00 fino alle ore 7:00 di ogni giorno, durante tutta la giornata di Domenica e nei giorni festivi.

Considerando le fasce orarie F1, F2 e F3 si possono risparmiare un pò di soldi pianificando ad esempio l'uso della lavatrice, scaldabagno, lavastoviglie e altri elettrodomestici ad elevato consumo durante la fascia d'orario F3.

Dispositivi elettronici in stand by

I dispositivi elettronici in stand by come TV, Decoder, Computer, Lettori DVD, Stereo, Router e via dicendo fanno innalzare in maniera significativa il costo delle bollette, il consiglio è quello di utilizzare delle ciabatte con interruttori in modo da poter staccare fisicamente dalla rete i dispositivi quando non sono in uso, grazie a questo semplice accorgimento è possibile risparmiare facilmente anche 10, 20 euro sulla bolletta bimestrale!

Scaldabagno il maggior responsabile dei costi elevati

Lo scaldabagno da solo in un abitazione può incidere in maniera veramente notevole sulla bolletta elettrica fino al 70% di tutti i costi, tuttavia accenderlo solo quando serve è il modo migliore per risparmiare significativamente sui costi energetici, per ulteriori informazioni leggete questo articolo.

Investire nella tecnologia per risparmiare nel tempo

Investire nella tecnologia è sicuramente un ottimo consiglio per risparmiare nel tempo grazie al risparmio energetico negli anni, scegliere lampadine ad elevata efficienza energetica come le led o le fluorescenti è già un ottima partenza per iniziare, è sempre consigliato acquistare elettrodomestici con classi energetiche migliori per beneficiare di un risparmio negli anni successivi sicuramente più elevato rispetto al risparmio sui costi degli elettrodomestici stessi.

Un esempio eclatante di investimento sulla tecnologia è l'acquisto del condizionatore per sostituire obsolete stufe a resistenza elettrica, i condizionatori hanno un elevato rendimento rispetto le classiche stufette anche di oltre 3 volte in particolar modo i modelli ad inverter.

Esistono veramente un infinità di modi per risparmiare energia elettrica, se utilizzate molto il computer ad esempio potete scegliere un computer portatile al posto di un computer fisso per risparmiare fino a 4-6 volte energia!

D'estate se potete utilizzare il ventilatore al posto del condizionatore potrete abbattere sensibilmente i costi energetici!

Infine anche se questo suggerimento è molto banale bisogna ricordarsi sempre di spegnere le luci quando non si è nelle stanze e più in generale di non lasciare inutilmente accesi apparecchi elettronici si pensi ad esempio alle macchine espresso del caffè qualche famiglia ha la cattiva abitudine di tenerla sempre accesa per non dover aspettare i 5 minuti necessari per il riscaldamento.

Staccare eventuali alimentatori come i caricabatterie per cellulari che anche in assenza di un telefono collegato assorbono comunque una certa quantità di energia elettrica.



risparmiare sulla bolletta elettrica

Articoli correlati



Il tuo nome (opzionale)
E-Mail (non verrà pubblicata)
Il tuo sito web (opzionale)
Notifiche