OldWildWeb Logo

Perchè in italia non si fanno più figli?

Quali sono i motivi perché in Italia non si fanno più figli?


Perché in Italia non si fanno più figli?

Da qualche anno l'Italia è tra i paesi europei nei quali si fanno meno figli in assoluto, il tasso di natalità negli ultimi anni è variato di poco tra valori compresi tra 1.34 e 1.38, una cifra troppo bassa considerando che il valore minimo per garantire il ricambio generazionale è di 2.1.

I motivi che spingono le famiglie a fare sempre meno figli sono molteplici, ci sono motivazioni culturali, economiche ma anche la mancanza di aiuti e strutture dedicate alle famiglie.

Il trend del calo di nascite è un dato di fatto in tutti i paesi ricchi, mentre al contrario nei paesi più poveri la popolazione cresce a ritmi insostenibili.
I motivi principali per i quali in Italia e nei paesi più ricchi non si fanno più figli sono sicuramente la diffusione della cultura, grandi aspettative di benessere e la parità di genere, le donne desiderano avere una carriera e questo va in contrasto con la famiglia numerosa anche per mancanza di strutture a aiuti alle famiglie.

Parità di genere e cultura: La donna che desidera avere un lavoro e fare carriera, nel caso in cui diventa madre si trova a dover affrontare una serie di difficoltà non sempre semplici da risolvere.
Bisogna che qualcuno porti i bambini a scuola, se si ammalano hanno bisogno di chi li cura, c'è bisogno di farli lavare, studiare, farli mangiare, ascoltarli, fargli fare attività sportive e molto altro ancora, fare il genitore è un lavoro che impiega molte risorse in termini di tempo e denaro, questi pensieri frenano non poco il desiderio di avere figli nella società moderna.

Rispetto al passato le abitudini sono cambiate, c'è più voglia di divertirsi tra i giovani, passare serate nei ristoranti, discoteche, viaggiare nel mondo, non si vuole rinunciare alla tecnologia, alla connessione internet, all'ultimo modello di smartphone. Le nuove abitudini sono costose, hanno contribuito ad aumentare il benessere della popolazione ma hanno sicuramente inciso in maniera negativa sul numero delle nascite, la religione non è sicuramente più al primo posto tra le priorità delle famiglie come lo era in passato, una volta ci si accontentava di poco e si desiderava la famiglia numerosa pur non avendo nemmeno la metà dei confort delle famiglie moderne.

I nonni sono stati di grande supporto alle famiglie più di quanto abbia mai fatto lo stato, aiutando i genitori con i propri figli. Nelle famiglie moderne è stato spostato tutto in avanti in termini di tempo rispetto gli anni passati, gli studi vengono completati non prima dei 25 anni di età, a questi studi si aggiungono le prime esperienze lavorative anche mal pagate, il doversi staccare dalle proprie famiglie per cui il desiderio di mettere su famiglia arriva sempre più in avanti con l'età, ben oltre i 30 anni portando le donne a fare figli ai limiti dell'età biologica consentita. Questo spostamento temporale contribuirà sempre più negativamente sulle nascite dei figli considerando che non si potrà più contare nemmeno troppo sull'aiuto dei nonni che saranno troppo anziani per poter accudire i propri nipotini.

Il costo della vita aumenta anno dopo anno e la crisi economica ha colpito sicuramente duro, oggi giorno per vivere bene e non rinunciare a troppi confort si necessita di due stipendi e di lavori stabili per poter pagare l'affitto o un mutuo, le rate della macchina, bollette, tasse tra le più elevate al mondo, fare la spesa e spesso anche pagare baby-sitter e strutture private per i propri figli considerando la mancanza di strutture pubbliche adeguate e liste sempre strapiene.

La crisi economica ha colpito sicuramente il paese in maniera dura, ma per assurdo quando gli italiani erano molto più poveri di oggi non ostante la crisi si facevano tantissimi figli, questo perché una volta ci si accontentava di poco e non si pensava ai confort, si era molto religiosi e quando c'era un pasto caldo questo era sufficiente per andare avanti. Nel corso di poche decine di anni esigenze e abitudini sono cambiate di molto, nella società moderna più ricca di quella passata oltre le cose che si necessitano per vivere ci sono sempre più cose che si desiderano.

I nuovi stili di vita, l'instabilità economica e le aspettative di successo nell'era moderna sono in contrasto con l'idea di famiglia numerosa, il saldo tra morti e nascite per adesso viene stabilizzato dall'immigrazione, ma il trend di fare meno figli riguarda anche le future generazioni di immigrati che pian piano si adeguano alla vita moderna e scoprono i confort e il benessere.

Il problema delle nascite rischia di portare nel lungo periodo al collasso dell'economia dell'intero paese, se la popolazione diventerà sempre più anziana le spese sanitarie rischiano di schizzare alle stelle mentre le entrare si ridurranno drasticamente, sarà una vera sfida quella di far funzionare la macchina dello stato con un disavanzo in termine di popolazione nei prossimi decenni, garantire una pensione e un assistenza sanitaria a tutti i cittadini.

I paesi in via di sviluppo crescono anno dopo anno aumentando il benessere delle popolazioni, se in un futuro anche lontano, la popolazione dell'intero pianeta raggiungerà i nostri livelli di benessere il trend delle nascite seguirà sicuramente lo stesso pattern, forse c'è da chiedersi se l'idea di famiglia possa essere superata ristrutturando la società in maniera diversa da quella odierna.

Ultimi articoli